giovedì 15 Novembre 2018
Elaborazioni contabili
                        per le aziende
 
 

AGEVOLAZIONI

contributi e incentivi per le imprese

- Giugno 2010 -

 

 

Fondo di garanzia per il microcredito

L’iniziativa prevede l’utilizzo del fondo di garanzia, già costituito ai sensi della L.R. 12/04, per prestare garanzie fideiussorie agli istituti di credito convenzionati sui finanziamenti erogati a favore di imprese di nuova costituzione.

 

Beneficiari

Imprese in forma giuridica di società di persone, società cooperative di produzione lavoro, incluse le società cooperative sociali e ditte individuali e di soggetti titolari di Partita Iva nella fase di avvio dell’attività.

 

Contributo

L’agevolazione si sostanzia nella concessione di un finanziamento bancario della durata di 48 mesi (di cui 6 di pre-ammortamento) per i finanziamenti di importo pari o inferiore a 10.000,00 € o 72 mesi (di cui 12 di pre-ammortamento) per i finanziamenti di importo superiore e comunque entro il limite di 25.000,00 €, erogato da un istituto di credito convenzionato con Finpiemonte, che sarà garantito all’80% dal Fondo di garanzia a costo zero.

Il fondo opera come garanzia “sostitutiva” per cui gli istituti di credito non potranno richiedere ulteriori  garanzie.

 

Domande

L’operatività del bando è dal mese di giugno 2010.

 

 

Finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto per progetti legati all’energia rinnovabile ed all’efficienza energetica

POR FERS 2007/13 – attività ii 1.2

Regione Piemonte - Finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto per progetti di investimento legati all’energia rinnovabile ed all’efficienza energetica.

 

Beneficiari

Piccole e medie imprese, o loro consorzi, con sede operativa localizzata nel territorio piemontese, che esercitano attività diretta alla produzione di beni e/o servizi identificate dai seguenti codici Ateco 2007:

C – Attività manifatturiere, (con esclusione dei codici: 10,11,12,14,15,18,21,31,32,33,20.6,24.10,

24.20.1,24.20.2, 30.1,33.15).

 

Obiettivi

Favorire la realizzazione di investimenti finalizzati all’avviamento di linee di produzione di sistemi relativi alle tecnologie per l’utilizzo delle fonti rinnovabili e alle tecnologie per l’efficienza energetica mediante, alternativamente:

  1. creazione di nuovi stabilimenti
  2. estensione di stabilimenti esistenti
  3. diversificazione della produzione di stabilimenti esistenti mediante prodotti nuovi aggiuntivi o la trasformazione fondamentale del processo produttivo.

Tali interventi potranno riguardare:

-          la produzione di generatori di calore o di caldaie a biomassa ad alto rendimento e basse emissioni inquinanti;

-          la produzione di pompe di calore o di micro-turbine;

-          la produzione di sistemi e componenti  per lo sfruttamento della geotermia a bassa entalpia;

-          la produzione di sistemi di teleraffrescamento o di sistemi fotovoltaici e solari termici;

-          la produzione di sistemi e componenti per lo sfruttamento di generatori eolici;

-          la realizzazione di sistemi per la produzione, lo stoccaggio e l’utilizzo dell’idrogeno quale vettore energetico;

-          la produzione di celle a combustibile;

-          la produzione di sistemi e componenti per lo sfruttamento della fonte idraulica per la produzione di elettricità;

-          la produzione di materiali e componenti per l’edilizia a basso impatto ambientale e con prestazioni più elevate con riferimento alla recente normativa energetica;

-          altri interventi.

 

Spese ammissibili

Sono ammissibili le seguenti spese, sostenute successivamente alla data di presentazione della domanda di agevolazione presso Finpiemonte, ed entro i 22 mesi dalla data di ammissione all’agevolazione:

-          fornitura dei materiali necessari per realizzare gli impianti

-          eventuali opere edili connesse

-          acquisto di nuovi macchinari, attrezzature, impianti

-          servizi di consulenza connessi (max 50% dei costi dei servizi stessi)

-          spese tecniche per progettazione, direzione lavori, collaudo e certificazione degli impianti (max 5% delle spese di progetto);

-          acquisto di diritti di brevetto, di licenze, di know-how o di conoscenze tecniche non brevettate.

 

Presentazione

Ciascuna impresa può presentare una sola domanda e ciascuna domanda può riguardare una sola unità operativa. Costo minimo di progetto: 100.000 euro.

 

 

Innovazione per le PMI – L.R. 34/2004

POR 2007/2012 – Asse 1 Misura Ri 1

Agevolazione per le Pmi a sostegno dei progetti transnazionali di ricerca industriale e sviluppo sperimentale nel settore tessile.

 

Beneficiari

Piccole e Medie Imprese raggruppate in consorzi, associazioni temporanee di imprese o altre forme contrattuali in uso nel Paesi di provenienza delle imprese.

I suddetti raggruppamenti devono essere costituiti da due o più PMI, di cui almeno una ubicata in Piemonte ed almeno una ubicata in una delle Regioni non italiane che aderiscono al progetto Crosstexnet. Qualora l’impresa capofila del progetto sia piemontese deve essere Iscritta al Registro Imprese ed avere come codice primario uno dei seguenti codici Ateco 2007;

• 13 IndustrIe tessili;

• 14 confezione di articoli di abbigliamento; conFezione di articoli in pelle e pelliccia;

20.59.60 Fabbricazione dl prodotti ausiliari per le Industrie tessili e del cuoio;

• 20.60.00 FabbrIcazione di fibre sintetiche a artificiali;

• 28.94.10 Fabbricazione di macchine tessili, di macchine e di impianti per il trattamento ausiliario dei tessili, di macchine per cucire e per maglieria (incluse parti e accessori);

• 32.99.11 Fabbricazione di articoli di vestiario ignifughi e protettivi di sicurezza.

 

Spese ammissibili

Sono ammessi ad agevolazione i  costi sostenuti successivamente alla presentazione della proposta finale e relativi a:

a) spese per il personale dipendente di ricerca (ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario adibito all’attività di riceva), fino ad un massimo del 50% del totale dei progetto;

b) strumentazioni e attrezzature utilizzate per il progetto di ricerca e per la durata di questo;

c) servizi di consulenza e simili (studi, ricerche, brevetti, know-how, diritti di licenza) utilizzati esclusivamente per l’attività di ricerca e sviluppo, nella misura massima del 70% del programma ammissibile;

d) spese di viaggio e le altre spese strettamente legate al progetto congiunto;

e) spese generali supplementari (direttamente imputabili al progetto, nella misura massima del 10% del programma ammissibile);

f) altri costi d’esercizio, inclusi i costi del materiali, delle forniture e di prodotti analoghi, direttamente imputabili all’attività di ricerca;

g) costi connessi con l’ottenimento e la validazione dei brevetti e di altri diritti di proprietà industriale;

h) costi per l’attivazione delle garanzie fideiussorie finalizzate all’erogazione degli anticipi.

 

Agevolazione

Contributo a fondo perduto sui costi ammessi a finanziamento per i progetti regolarmente conclusi, pari ai 50% dei costi ammessi.

Il contributo non potrà in ogni caso superare i 400.000 euro per progetto. In caso di partecipazione di più imprese piemontesi tale massimale è da intendesi riferito alla parte piemontese del progetto (la somma dei contributi alle imprese piemontesi coinvolte non può superare tale limite).

Sono fissate regole particolari nel caso dl realizzazione del progetto affidata ad organismi di ricerca.

 

Operatività

Le pre-proposte si potranno presentare fino al 25 giugno 2010.

 

 

Sospensione dei debiti delle Pmi imprese

Le piccole e medie imprese interessate alle misure previste nell’Avviso comune del 3 agosto 2009 (in attuazione del D.L. n.78/09) devono avere un numero di dipendenti non superiore a 250 unità ed un fatturato annuo minore di € 50.000.000 (oppure un totale di attivo di bilancio minore di
€ 43.000.000). Le domande devono essere presentate dalle imprese alle banche ed agli intermediari interessati entro il 30 giugno 2010.

 

Beneficiari

L’impresa dovrà dichiarare di non avere rate scadute (non pagate o pagate parzialmente) da non più di 180 giorni dalla data di presentazione della domanda. L’impresa potrà beneficiare dell’allungamento del piano di ammortamento dei mutui e dei leasing finanziari per un periodo pari a quello di sospensione, fatta salva la facoltà di chiedere il ricalcolo delle rate successive al pagamento delle quote capitale sospese in modo che la durata complessiva del mutuo/leasing non subisca variazioni.

Possono beneficiare della sospensione:

§          tutti i mutui di durata superiore a 18 mesi e un giorno stipulati prima del 3 agosto 2009;

§          tutti i leasing finanziari (non quelli operativi) immobiliari e mobiliari stipulati prima del 3 agosto 2009.

 

Agevolazione

Possono essere richiesti:

-          la sospensione per 12 mesi del pagamento della quota capitale della rata dei mutui;

-          la sospensione per 12 mesi del pagamento della quota capitale implicita dei canoni di leasing immobiliare;

-          la sospensione per 6 mesi del pagamento della quota capitale implicita dei canoni di leasing mobiliare;

-          l’allungamento a 270 giorni delle scadenze del credito a breve termine (minore di 18 mesi), con riferimento alle operazioni di anticipazione su crediti certi ed esigibili;

-          un apposito finanziamento finalizzato a supportare il rafforzamento patrimoniale delle imprese, per importo pari ad un multiplo dell’aumento di capitale versato dai soci.

 

 

www.studioansaldi.it

 

Studio Ansaldi srl – corso piave 4, Alba (CN)

Area Utente
Archivio Newsletter
Entra
Registrati
Ricorda dati
 
Aste online
Alba
Cuneo
Pinerolo
Saluzzo
 
Link utili
Il sole 24 ore
La stampa
L'espresso
Il corriere
 
Meteo
 
Sistema Paghe e Contributi
Sistema Contabile
 
Servizi   News   Scadenziario   Normative e Approfondimenti   Agevolazioni   Sicurezza   Circolari   Quesiti   Chi siamo   La struttura   Cenni storici   Dove siamo   Contatti


STUDIO ANSALDI S.R.L. - CORSO PIAVE 4 - 12051 ALBA (CN) - Tel. 0173.296.611 - Fax 0173.296.730 - C.F. P.IVA e R.I. 03017620042
C.C.I.A.A. Cuneo R.E.A. n. 255653 - Capitale sociale € 10.000 i.v. - privacy - note legali